Settembre 2020

MEDITERRANEO, “MARE SECONDARIUM”
Off
Filippo Verre Mar, 09/01/2020 - 16:41
Mediterraneo

Riprendiamo con questo articolo la pubblicazione di contributi sui diversi temi di cui il sito si occupa, da parte di studiosi ed esperti della materia. Si parla di politica internazionale, un argomento relegato alle pagine interne dei giornali eppure di formidabile importanza per il nostro presente e, ancor più, per il nostro futuro: la situazione del Mediterraneo, dove si sta consumando la deriva di una delle basi dell’Europa unita, ovvero la solidarietà e la condivisione delle situazioni critiche. In particolare dalla Libia – su cui Filippo focalizzerà l’analisi la prossima settimana –

AVVISO AI NAVIGANTI - LA SERA LEONI, LA MATTINA...

6 September 2020 | By Marco Parlangeli
.leoni

Quando capitava di fare tardi e rientrare alle ore piccole, e la mattina si faticava a riaprire gli occhi, la mamma spesso ci svegliava con il vecchio adagio “la sera leoni, la mattina...”. Dopo i bagordi, era naturale sentirsi un po’ rintronati. Come i mercati di questi tempi. Un giorno euforici, il giorno dopo depressi: afflitti da un bipolarismo che tiene banco da diverso tempo. Nenche la pandemia è riuscita a cambiare l’andazzo, anzi ci ha messo del suo. Dopo il profondo rosso del primo mese, e il successivo recupero, reazioni esagerate alle notizie sul virus: aumentano i contagi e la

LIBIA, UN CAOS SENZA FINE
Off
Filippo Verre Mar, 09/08/2020 - 11:14
Il Castello di Tripoli in Libia

Prosegue, e si conclude, questa settimana, l’analisi di Filippo Verre sulla complicata situazione del Mediterraneo, un’area troppo vicina, geograficamente e culturalmente, per giustificare la sostanziale irrilevanza, quando non l’assenza, dell’Italia e dell’Europa dalla scena politica. Il focus è sulla Libia, oggi non più uno stato sovrano ma un mero artificio politico che rischia di trasformarsi in “terra di nessuno”. E nel vuoto lasciato dall’Italia, mai riempito dall’Unione Europea, si stanno inserendo – attraverso l’appoggio esplicito o mascherato ai diversi player regionali – la Russia e

UNO SPETTRO SI AGGIRA (ANCORA) PER L’EUROPA

15 September 2020 | By Marco Parlangeli
|   
.Karl Marx

L’inflazione a doppia cifra è ormai un lontano ricordo, e un certo livello di crescita dei prezzi è invece indispensabile per il buon funzionamento dei sistemi progrediti. Le autorità monetarie, sia in Europa che in USA, questa volta sono state all’altezza della situazione, limitando gli effetti economici negativi della pandemia

AVVISO AI NAVIGANTI - AMERICA FIRST

21 September 2020 | By Marco Parlangeli
.iaole azzorre

L’opzione migliore di investimento continua ad essere ancora quella dell’azionario USA, ma come il Nostromo ha detto in diverse occasioni, con un orizzonte che non superi i due mesi. Quindi, chi ha i titoli se li tenga anche se ogni tanto arriverà qualche scossone, chi vuole scendere in campo sia pronto ad uscirne prima di novembre. In entrambi i casi sarà comunque necessaria una buona dose di sangue freddo e resistenza agli up and down: l’instabilità e la volatilità saranno infatti la cifra di questo scorcio del tormentato 2020. Meglio i vecchi, solidi, tradizionali titoli industriali che

AVVISO AI NAVIGANTI - LUGLIO AGOSTO SETTEMBRE ... NERO

27 September 2020 | By Marco Parlangeli
.area

La navigazione in questa estate è stata difficile, e non poteva essere altrimenti, visto l’annus horribilis che finalmente ha solo ancora un trimestre da tormentarci. Tuttavia, se nel pieno della crisi di marzo qualcuno ci avesse detto che oggi i mercati sdarebbero stati dove sono, molti ci avrebbero messo la firma. La vera e propria resilienza è quella dimostrata dal NASDAQ, che oggi è sopra di oltre il 10% al livello più alto prima del Covid. Il NYSE, dove si trattano titoli industriali e più tradizionali, a inizio settembre aveva già recuperato tutto il tracollo pandemico. E alla fine non è

DOVE VA L'AMERICA
Off
Marco Parlangeli Mar, 09/29/2020 - 10:20
.usa flag

Pur con tutte le incertezze del caso, l’investimento in titoli azionari americani è ancora una buona opzione, anche se abbiamo davanti un periodo di accentuata instabilità. Le conseguenze della conferma di Trump, e quelle della vittoria di Biden.