Avvisi ai Naviganti

AVVISO AI NAVIGANTI - ALLEGRI SPINELLI

.allegri spinelli

Forse ha proprio ragione il generale candidato quando dice che il mondo va all’incontrario. Vedere l’allenatore della blasonata vecchia signora del calcio scagliarsi contro l’arbitro e inveire furioso dopo aver vinto partita e coppa è un po’ bizzarro. Forse che, abituato ai copiosi regali dalla classe arbitrale, non accetta decisioni sgradite? E più che vincere, che voleva? Più rilassato l’accusatore della Liguria Aldo Spinelli: è un piacere vederlo uscire dal colloquio coi magistrati sorridente e con l’aria soddisfatta. “Ho detto tutto”, come dire: ora sono faccende vostre, dopo che sono

AVVISO AI NAVIGANTI - STUDIARE NO?
On
Marco Parlangeli Dom, 05/12/2024 - 13:34
.studenti contestatori

Il diritto a manifestare le proprie idee è sacrosanto, per carità; quando viene esercitato senza violenza, poi, non è certo da mettere in discussione. Oltretutto nel caso delle contestazioni al ministro della famiglia, quei ragazzi avevano anche ragione: su tante cose - come sul tema dell’aborto – spesso sembra che facciamo come i gamberi, come nell’America di Trump. Ma l’antisemitismo e il boicottaggio al giornalista in quanto ebreo è un’altra storia, una brutta storia. E poi, ricordando anche dove hanno portato le “lotte” degli studenti iraniani, verrebbe da chiedersi: ma studiare no? E a

AVVISO AI NAVIGANTI - PIOVE SUL BAGNATO

.piove sul bagnato

Marzo freddo e piovoso, aprile ancora peggio e anche in questo maggio temperature rigide, acqua a catinelle e neve in montagna: viene un po’ da ridere a pensare agli ecocatastrofisti e ai flagellanti che paventano i disastri climatici da riscaldamento e siccità. Non che il problema non esista, per carità; ma forse potrebbe anche essere rubricato fra la variabilità del clima e le oscillazioni del tempo che ci accompagnano da che mondo è mondo. Ora il problema vero è: che fine ha fatto Greta con tutti i gretini? Anche per la pitonessa di Cuneo, attapirata ma ancora non dimissionaria, piove sul

AVVISO AI NAVIGANTI - PIERINO MANOLESTA
On
Marco Parlangeli Ven, 04/26/2024 - 11:34
.ladro di profumi

L’hanno pizzicato a Fiumicino con le mani nella marmellata: si era inguattato un flaconcino di profumo da 100 Euro nella tasca del giaccone e poi – che sbadato – si era dimenticato di pagarli alla cassa. Dai tempi di “abbiamo una banca” a ladruncolo da quattro soldi: un carrierone. Una metafora del PD, tutto sommato: dai grandi scenari al “che s’ha da fa’ pe’ campà”. Non per infierire, per carità: ma anche la Elly – che al Nostromo comincia a stare simpatica, come tutti gli sfigati – che si candida a Strasburgo ma mette le mani avanti: non ci andrò comunque, resto a Roma (non lo fo per amor

AVVISO AI NAVIGANTI - L’ANNO DEL DRAGONE
On
Marco Parlangeli Sab, 04/20/2024 - 18:22
.dragone

Ora che ha deciso di scendere in campo, non ce n’è più per nessuno. Ha scelto il momento giusto: Ursula non gode di grande popolarità e i suoi consensi sono al minimo e altri candidati non si vedono all’orizzonte. Manca solo la spinta della Giorgia nazionale, ma arriverà anche quella, se non altro per allontanare il rischio del premier forte con il presidenzialismo che, ahimè, conta di introdurre. Della serie: promoveatur ut amoveatur, del resto super Mario non è mica Fiorello, da tenere a tutti i costi. E a proposito di candidature, sembra essersi finalmente accasata anche la manganellatrice

AVVISO AI NAVIGANTI - OGNUNO FESTEGGIA COME PUÓ

.titanic

Mentre si sta consumando il devastante attacco di missili e droni degli ayatollah a Israele, quella che si avvia a diventare la maggioranza (quanto meno culturale) degli Italiani - il popolo di Maometto e i woke nostrani che inneggiano ad Hamas - sta ancora festeggiando la fine del Ramadan. Gli altri, come il popolo del Titanic, festeggiano come possono. Magari al Vinitaly, dove incontreranno la Giorgia nazionale e il cognato campione di sovranismo alimentare. Chi non festeggia, ahimè, è la pitonessa, che appena incassata la fiducia (pelosa) dai colleghi senatori, si è vista recapitare una

AVVISO AI NAVIGANTI - MARAMALDO

.maramaldo

“Vile, tu uccidi un uomo morto”, il Maramaldo dei tempi nostri, già avvocato degli Italiani, ha inferto il colpo letale a quello che restava della sinistra, già alle corde per l’affare pugliese dei voti comprati e per quello torinese del clientelismo elettorale. Qualcuno comincia a considerare la povera Elly, se non un’infiltrata della destra, quanto meno un po’ menagrama, se non altro per avere a che fare con chi si sbarazza di documenti compromettenti buttandoli in un cassonetto. Senza neanche fare la differenziata. Mai come oggi il capolinea per politici bolliti è stato così affollato

AVVISO AI NAVIGANTI - STUDENTI SERPENTI
On
Marco Parlangeli Sab, 03/30/2024 - 19:37
.studenti serpenti

A preoccupare non è solo la protesta degli studenti che boicottano le iniziative di collaborazione culturale con organizzazioni israeliane o impediscono agli ebrei di parlare - come accadeva in oscuri tempi non rimpianti – perché in fin dei conti l’esuberanza dei giovani, quando non travalica in atti violenti, può anche essere naturale. Ciò che più preoccupa è però l’asservimento di chi gestisce le università e il loro chinare il capo alle richieste di bavaglio, che ci porta dritti dritti alla deriva americana della cancel culture. Come quando, dopo l’invasione dell’Ucraina, vennero

AVVISO AI NAVIGANTI - PROTESI PRESIDENZIALI

.sneakers

Noi italiani siamo certo gli ultimi che possono perculare il Presidente USA in carica (anche se forse ancora per poco) per le scarpe anti-caduta brevettate appositamente per lui, le ormai celebri AirJoe: chi non ricorda la mitica pompetta – ma forse era solo leggenda – che l’allora nostro premier Papi si era fatto installare per potenziare le prestazioni con nipotina di Mubarak e olgettine varie? Per non dire dello sfidante, il biondo tycoon che ha chiesto lo sconto perché non aveva soldi per la fidejussione da 454 milioni di dollari per i reati finanziari, come dire: voglio diventare

AVVISO AI NAVIGANTI - OGNUN PER SÈ
On
Marco Parlangeli Dom, 03/17/2024 - 15:20
.ognun per sé

Non è un bel vedere quello dei premier francese, tedesco e polacco che si riuniscono e decidono la linea politica da seguire per l’Ucraina. Né è un bel vedere quello della Giorgia nazionale che incontra il leader egiziano e stabilisce cosa fare per i migranti o che si sente di nascosto – così dicono – col golpista candidato a stelle e strisce (che se poi non vince, come il mondo delle persone serie spera, dovrà spiegarlo all’altro arzillo vecchietto). L’Europa in ordine sparso, su questioni come la difesa e la politica estera, conta come il due di picche quando briscola è a cuori. Anzi, fa