Una nuova rubrica settimanale

 

Da oggi marcoparlangeli.com  BEST IS YET TO COME, il blog che avete apprezzato e seguito in questi primi mesi, si arricchisce di una nuova rubrica settimanale: PILLOLE DI FINANZA.

Ogni venerdì cercheremo di trattare, in modo sintetico ma speriamo ancora chiaro e comprensibile, un argomento – fra quelli che hanno animato la settimana trascorsa – inerente la finanza, e in particolare, la gestione di portafoglio da parte di un operatore privato.

Il nostro target é dunque rappresentato dalle famiglie e dagli investitori che non svolgono questa attività in modo professionale, ma desiderano impiegare consapevolmente ed in maniera efficiente le proprie risorse, evitando per quanto possibile di incorrere in brutte sorprese senza per questo rinunciare ad una allocazione ottimale.

Naturalmente si tratterà di analizzare l’aspetto in questione, e mai di dare consigli di acquisto o vendita anche perché, come ben sa chi ha seguito questo blog, l’approccio che suggerisco é di tipo sistemico e non improvvisato. Si deve partire da un esame approfondito e dettagliato della propria situazione patrimoniale esistente, dei propri redditi attesi e degli impegni di spesa, e attraverso la considerazione della propria propensione al rischio e dei trend di sistema e di mercato, definire gli obiettivi strategici o di medio periodo.

Si giunge così a costruire la propria “asset allocation strategica”, all’interno della quale ci muoveremo – con la gestione tattica – per la relativa implementazione e per le correzioni di breve periodo.

Il lettore tipico, che potrà trarre il massimo profitto dalle indicazioni del blog, é quindi un soggetto razionale, non certo uno speculatore o un trader, che vuole gradualmente entrare in questo mondo all’apparenza ostico e divenire sempre più consapevole delle proprie scelte.

Non vuole essere, e non sarà, una guida al “fai da te”, perché crediamo che il supporto di specialisti e consulenti esperti e sicuramente indipendenti sia indispensabile anche per un corretto percorso di crescita individuale.

Uno stesso titolo può essere infatti adeguato per un certo portafoglio e non adeguato per un altro: non avrebbe senso, secondo noi, consigliare di venderlo o comprarlo senza conoscere tutte le altre informazioni soggettive che riteniamo indispensabili.

Indicazioni più concrete e dettagliate potranno essere date su specifica richiesta al di fuori del blog, e sempre sulla base di una conoscenza più approfondita dell’investitore.

É parimenti ovvio che si tratterà sempre di opinioni e interpretazioni personali, oltre che di conoscenze oggettive messe a disposizione del lettore, e come tali sempre soggette a errore. La finanza ha infatti sempre per oggetto eventi futuri e, non avendo poteri divinatori (ahimè…) ci dobbiamo limitare ad una valutazione probabilistica che parte dall’osservazione degli eventi, dall’esperienza e dalla statistica.

Inoltre ogni scelta di investimento, lo abbiamo detto e ripetuto più volte, é soggetta a una serie di rischi che possono essere sicuramente conosciuti, affrontati e limitati ma mai eliminati. Ogni decisione (comprare, non comprare, vendere, non vendere) comporta infatti la possibilità di perdere denaro (o guadagnarne di meno) e di questo dobbiamo avere consapevolezza. Neanche la scelta di tenere i contanti sotto il materasso é priva di rischio: possono essere rubati, distrutti da un’inondazione o andare fuori corso, o semplicemente l’inflazione può minarne il potere d’acquisto.

finance-words

Chi ha avuto la pazienza di seguire il blog, ha trovato, a partire dal 13 settembre (“La scelta degli investimenti”) ogni martedì, e fino a martedì prossimo 22 novembre (quando parleremo di fiscalità) una serie di articoli che possono costituire una vera e propria mini guida per l’investimento consapevole da parte delle famiglie, con esempi concreti e situazioni concrete. Abbiamo cercato di trasferire, con linguaggio il più comprensibile possibile, i fondamentali della scelta ottimale di portafoglio.

I più esperti potranno trovare il tutto elementare, ma possiamo assicurare che i concetti anche più complessi rispettano le indicazioni fornite. A questo punto, riteniamo che il nostro lettore-modello sia  pronto ad avventurarsi sul mercato.

Il blog proseguirà a presentare, ogni martedì, gli altri argomenti di cui ci siamo occupati dall’inizio: gestione aziendale, start-up, piccole e medie imprese, organizzazioni non-profit, asset management in generale. La finanza per portafogli semplici di investitori comuni verrà invece prevalentemente trattata in questo spazio settimanale, che ci auguriamo sia gradito ai lettori come lo é stato il blog dall’inizio (abbiamo avuto quasi 4.000 visite, un risultato sicuramente lusinghiero).

 


 

Iniziamo dunque questo nuovo spazio parlando dell’investimento in valuta, e in particolare del dollaro. Insieme alla “pillola di finanza” cercheremo di rispondere, nella sezione Q&A, ad alcune domande sull’argomento che ci perverranno, ovviamente se di interesse generale. Invitiamo i lettori a inviare eventuali domande tramite la finestra dei commenti sul sito oppure all’indirizzo mail marco@marcoparlangeli.com

Annunci

2 pensieri su “Una nuova rubrica settimanale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...